CSS

Pochi anni dopo la nascita di Internet come lo conosciamo noi è sorta la necessità di omologare tutti i tag utilizzati dai vari browser per modificare l'aspetto delle pagine web e fu così che, nel 1996, il W3C (World Wide Web Consortium) redasse il primo standard CSS1. Nel 1998, quindi solamente 2 anni dopo, venne redatta la specifica di CSS2 (CSS2.1 venne rilasciata nel 2004) che portò numerosi cambiamenti nella gestione dello stile delle pagine. I CSS, acronimo di Cascading Style Sheets (Fogli di stile a cascata), si rivelarono la soluzione più smart per dividere il markup (HTML, XHTML, HTML5, XML ecc.) dalla formattazione permettendo di evitare ridondanza dei dati e donandoci maggior flessibilità e controllo sul codice. È, ormai da qualche tempo, molto diffuso l'utilizzo di comandi del nuovo CSS3 che sta permettendo, un pò alla volta, di eliminare frammenti di codice di funzionalità scritte in Javascript per sostituirle con del correttissimo, validissimo ed efficientissimo CSS3.